Il segreto

Una delle opere più enigmatiche di Pasquale Celommi, proprio per via del soggetto scelto e degli effetti di luce che conferiscono un’aura di mistero al dipinto, Il segreto, ritrae una giovane donna in abito tradizionale con indosso il fazzoletto rosso poggiato sulle spalle, la collana a girocollo a vaghi d’oro, detta anche “cannatora” e gli “sciacquajje”, ossia i grandi cerchi d’oro con all’interno una decorazione triangolare, solitamente ricevuti come dono di nozze alla novella sposa da parte della suocera. L’ambientazione non ci offre alcuna connotazione storico documentale, la perizia tecnica dell’artista si concentra tutta sul volto della donna, sui piccoli dettagli che raccontano la vita e la cultura delle classi popolari abruzzesi e sugli effetti di luce. Celommi raffigura il volto della donna in penombra, solo in parte colpita dai raggi del sole, una luce che sembra filtrare da fronde invisibili, da una vegetazione appena accennata, la quale dà vita ad uno sfondo quasi uniforme e dalle cromie bluastre. Emerge così in tutta la sua pienezza la mezza figura di donna. Ella, stringendo tra le sue mani un panno turchino, ha un’espressione misteriosa quasi intenta alla meditazione, atteggiamento che probabilmente ha suggerito all’artista stesso l’attribuzione all’opera del titolo Il segreto.

Soggetto

ritratto di donna

Autore

Celommi, Pasquale

Data

1898

Gestione dei diritti

Comune Roseto degli Abruzzi

Formato

72 x 54 cm
olio su tela

Tipo

dipinto

Identificatore

CelommiP-35